[22], La vicenda giudiziaria viene fin dall'inizio seguita dal legale di fiducia della famiglia, l'avvocato Fabio Anselmo, che aveva personalmente conosciuto Cucchi prima dell'arresto, e che assiste la sorella di Cucchi durante sette anni di processi, 45 udienze, 120 testimoni e decine di consulenze tecniche. Agli agenti della polizia penitenziaria vengono contestati invece lesioni e abuso di autorità. Dopo la morte di Stefano Cucchi il personale carcerario nega di avere esercitato violenza sul giovane e vengono formulate diverse ipotesi sulla causa della morte: poteva essere morto o per le conseguenze di un supposto abuso di droga, o a causa di pregresse condizioni fisiche, o per il suo rifiuto del ricovero al Fatebenefratelli. Tedesco, insieme con Vincenzo Nicolardi e il maresciallo Roberto Mandolini, deve altresì rispondere dell'accusa di falso e calunnia, per l'omissione nel verbale d'arresto dei nomi di Di Bernardo e D'Alessandro, e per l'accusa di aver testimoniato il falso al processo di primo grado, avendo fatto dichiarazioni che portarono all'accusa di tre agenti della polizia penitenziaria per i reati di lesioni personali e abuso di autorità nei confronti di Cucchi. Il 31 ottobre 2014, con sentenza della Corte d’appello di Roma, vengono assolti tutti gli imputati, fra cui i medici[30]: a seguito di ciò il legale della famiglia Cucchi preannuncia un ricorso alla Corte di Cassazione, mentre la sorella Ilaria Cucchi dichiara che avrebbe chiesto ulteriori indagini al Procuratore della Repubblica Pignatone e che avrebbe continuato le sue campagne di sensibilizzazione dell'opinione pubblica sul caso[31]. Ilaria Cucchi si è candidata alle elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013 per il rinnovo della Camera dei Deputati, con la lista Rivoluzione Civile nelle Circoscrizioni elettorali Lombardia 1, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio 1 e Lazio 2, senza però risultare eletta.[60]. llaria Cucchi: "Stefano Cucchi era un ragazzo di 31 anni, un normalissimo ragazzo di 31 che la notte tra il 15 e il 16 ottobre è stato arrestato dai Carabinieri, perché trovato in possesso di una modica quantità di sostanze stupefacenti. In tale sede peraltro il giudice monocratico Federico Bona Galvagno, su istanza del legale della famiglia Cucchi, si è astenuto in quanto carabiniere in congedo. Queste le dichiarazioni fatte da Ilaria Cucchi nel corso del suo intervento alla manifestazione: “Quando siamo partiti eravamo in pochi, poi siamo riusciti ad uscire dall‘isolamento e abbiamo creato qualcosa di enorme per cercare di stabilire la verità sulla morte di mio fratello. Il PM aveva chiesto per questi ultimi (Aldo Fierro, Silvia Di Carlo, Stefania Corbi, Luigi De Marchis Preite, Rosita Caponetti e Flaminia Bruno) pene tra i 5 anni e mezzo e i 6 anni e 8 mesi. L… Le indagini preliminari hanno sostenuto che a causare la morte sarebbero stati la mancata assistenza medica su una marcata ipoglicemia, in presenza di traumi diffusi pur non lesivi ad averne causato il decesso; sono state riscontrate alterazioni della funzione epatica e una ostruzione del catetere vescicale che impediva la minzione del giovane (alla morte aveva una vescica che conteneva ben 1 400 cm³ di urina, con risalita del fondo vescicale e compressione delle strutture addominali e toraciche[22]). L'indomani 20 aprile 2017, scatta peraltro la prescrizione per il reato contestato. La prima udienza del Processo-bis contro i primi 5 militari, a vario titolo per omicidio preterintenzionale, falso e calunnia si tiene il giorno 16 novembre 2017 davanti alla I Corte di assise di Roma; Pubblico Ministero, il sostituto procuratore Musarò. Il giudice dispone che Cucchi rimanga in custodia cautelare nel carcere di Regina Coeli, in attesa di un’udienza che … Secondo la sentenza, gli stati patologici di Cucchi, preesistenti e concomitanti con il politraumatismo per il quale fu ricoverato, avrebbero dovuto imporre maggiore attenzione e approfondimento da parte dei sanitari. Bucato bianco: 3 segreti per sbiancare gli abiti ingriti o ingialliti dal tempo, 12 sintomi di carenza da Vitamina D che spesso ignoriamo. Il carabiniere Francesco Tedesco viene assolto dal reato di omicidio preterintenzionale, ma viene condannato a 2 anni e 6 mesi di reclusione per falso, stesso reato per cui il maresciallo dei carabinieri Roberto Mandolini viene condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione e l'interdizione per 5 anni dai pubblici uffici. “Il cadavere di Stefano. Da allora, tante manifestazioni gli hanno tributato onore in attesa di fare giustizia. In poche ore gli scatti fecero il giro del web con oltre cinque milioni di click in meno di una settimana. Il 16 ottobre, alle ore 23, viene condotto al pronto soccorso dell'ospedale Fatebenefratelli, presso il quale vengono messe a referto lesioni ed ecchimosi alle gambe, al volto (con frattura della mandibola), all'addome con ematuria, e al torace (con frattura della terza vertebra lombare e del coccige)[14]. "Il procuratore di Roma riesaminerà il caso", Cucchi, sindacato Sappe querela la sorella Ilaria: "Istiga all'odio e al sospetto", Stefano Cucchi, accolto il ricorso contro le assoluzioni. Su questo fatto viene ascoltato come testimone il padre. Nel corso del memorial è intervenuto anche Gabriele Scarascia Mugnozza, professore de La Sapienza. Secondo la Corte, i sanitari avevano dimostrato gravi negligenze per ritardi sia nella diagnosi, sia nelle cure, e per tale motivo la sentenza di assoluzione è contraddittoria ed illogica[36]. Le cause della morte e le responsabilità sono oggetto di procedimenti giudiziari che hanno coinvolto da un lato i medici dell'ospedale Pertini, dall'altro continuano a coinvolgere, a vario titolo, più militari dell’Arma dei Carabinieri. Ilaria: "Stefano ora può riposare in pace", Stefano Cucchi, il carabiniere Francesco Tedesco confessa il pestaggio, Caso Cucchi, terzo carabiniere indagato per falso, Il pm: "La nota sullo stato di salute di Cucchi fu modificata per ordine arrivato dall'alto. Stefano Cucchi era rimasto seduto sul divano durante la ... quando Stefano e’ morto, mi sono furono restituiti come li avevo lasciati”. Oggi pomeriggio, alle 18.30 alla Feltrinelli alla Galleria Alberto Sordi a Roma, Carlo Bonini presenterà il suo libro “Il corpo del reato” nel quale vengono svelati i perché dei depistaggi sulle forzature medico legali che hanno deviato in questi sette anni il corso del processo per la morte di Stefano. Viene decisa la custodia cautelare; il ragazzo prima dell’arresto e dell’arrivo in caserma non ha alcun trauma fisico. Un'inchiesta-verità sulle morti non chiarite che svela tutti i retroscena degli abusi di potere commessi dalle forze dell'ordine, La relazione conclusiva della Commissione Parlamentare, 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Morte_di_Stefano_Cucchi&oldid=116959943, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Sempre stando alle indagini, gli agenti di polizia penitenziaria Nicola Minichini, Corrado Santantonio e Antonio Dominici avrebbero gettato il ragazzo per terra procurandogli le lesioni toraciche, infierendo poi con calci e pugni nelle celle di sicurezza del tribunale di Roma, poco prima dell'udienza di convalida dell'arresto[23]. Assolti, invece, perché il fatto non costituisce reato, Tedesco, Mandolini e il carabiniere Vincenzo Nicolardi dall'accusa di calunnia. Poi calcio in faccia mentre era a terra", Chi sono Raffaele D'Alessandro e Alessio Di Bernardo, i Carabinieri accusati dal collega di aver pestato Cucchi, In rete e nelle sale 'Sulla mia pelle', il film su Stefano Cucchi. Stefano Cucchi Onlus - Stefano è morto come un ultimo tra gli ultimi: vogliamo dare voce a tutti quelli come lui Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per garantire la migliore esperienza di … Giustizia & Impunità Cucchi, la sorella Ilaria: “Le parole di Salvini? Stefano Cucchi muore all'ospedale Sandro Pertini nel 2009. EC ha intervistato la sorella Ilaria, Caso Cucchi, alla proiezione di 'Sulla mia pelle' parteciperà Casamassima, il carabiniere che denunciò, Roma, a Garbatella una strada dedicata a Stefano Cucchi, Roma, "Sulla mia pelle" a La Sapienza, in duemila "per condividere una storia che ha ferito tutti", Luigi Manconi: «Quella strana telefonata che mi arrivò pochi giorni dopo la morte di Cucchi», Interrogatorio Cucchi all'udienza di convalida del fermo, Denuncia del garante sul caso Cucchi Manconi: "Lesioni e traumi sul corpo", Morte Cucchi, presto avvisi di garanzia Tra carcere e ospedale referenti differenti - cronaca - Repubblica.it, Processo Cucchi, il teste: "Era gonfio come una zampogna. Grazie all'attivismo della sorella Ilaria Cucchi[58], il caso ha avuto una grande visibilità mediatica, con notevole impatto sull'opinione pubblica italiana, facendo tra l'altro emergere altri casi analoghi di persone morte in carcere, senza che la causa del decesso sia stata ancora accertata (26 casi nel solo 2009)[59]. Il ‘calvario’ di Stefano Cucchi è iniziato il 15 ottobre 2009. [11] Già durante il processo ha difficoltà a camminare e a parlare e mostra inoltre evidenti ematomi agli occhi; il ragazzo parla con suo padre pochi attimi prima dell'udienza, ma non riferisce di essere stato picchiato.[12]. Storia costellata di falsi", Un nuovo indagato per il caso Cucchi: è il generale Casarsa, Stefano Cucchi, la procura di Roma chiede il processo per gli otto carabinieri indagati per il depistaggio, Caso Cucchi a Roma, a processo Casarsa e altri sette carabinieri per depistaggio. Lo stesso giorno, il sindacato di Polizia penitenziaria Sappe deposita una querela contro Ilaria Cucchi perché ella «istiga all'odio e al sospetto nei confronti dell'intera categoria di soggetti operanti nell'ambito del comparto sicurezza»[33]. Il sesto memorial celebra il ricordo del giovane, vittima della violenza di alcuni carabinieri. Il 30 giugno 2015 Riccardo Casamassima aveva frattanto reso spontanee dichiarazioni al sostituto Musarò, convincendolo della necessità di riaprire l'indagine, rivolta in particolare ai carabinieri presenti nelle due caserme ove era avvenuta dapprima l'identificazione, quindi la custodia in camera di sicurezza di Stefano Cucchi, tra la sera del 15 e la mattina del 16 ottobre 2009, data dell'udienza di convalida dell'arresto. Dieta del riso e della mela: la dieta sprint per perdere 5kg in 7 giorni, La foto della fattura dell’idraulico dal cuore d’oro fa il giro del mondo, L’armadio intelligente Samsung, che pulisce, asciuga e stira i vestiti, Pulire le arterie: la dieta per dimagrire e disintossicarsi, 35 anni dopo l’adozione succede qualcosa di incredibile fra madre e figlio. Il giovane geometra romano viene fermato da alcuni militari dell’Arma dopo essere stato visto vendere a Emanuele Mancini delle confezioni trasparente. La vicenda ha ispirato, altresì, documentari e lungometraggi cinematografici.[8][9][10]. Il processo per depistaggio ha visto la prima udienza il 12 novembre 2019, con comparizione delle parti civili costituite da Ministero della Difesa e Arma dei carabinieri, nonché dal militare dell'Arma Riccardo Casamassima[55]. Questi si difesero sostenendo che era stato il giovane a rifiutare le cure[23]. Una perizia sconcertante secondo la famiglia Cucchi, che fin dal primo momento ha reso pubbliche le foto del corpo di Stefano (per nulla compatibili, queste, con una brutta caduta) e ha accusato la Procura di non aver fatto abbastanza per far emergere le prove della verità. Sulla vicenda è stato realizzato da Maurizio Cartolano il documentario 148 Stefano - Mostri dell'inerzia, sponsorizzato da Amnesty International e Articolo 21, e presentato al Festival del Cinema di Roma[63][64][65]. Nel corso degli anni sono stati pubblicati diversi libri sul caso Cucchi. Controllate il portafogli! Morte Stefano Cucchi: il memorial che rende omaggio al suo ricordo Qualche giorno fa a Roma si è celebrato il sesto memorial Stefano Cucchi, la cui morte ha sconvolto l’opinione pubblica. Mi disse che i carabinieri si erano divertiti", Il caso di Stefano Cucchi: morto per una "caduta" in carcere Ecco le foto mostrate dalla famiglia, Stefano Cucchi è morto in carcere per motivi...da accertare, Giovanardi: «Cucchi drogato, è morto perché anoressico», Caso Cucchi, Giovanardi chiede scusa «Ci sono stati fraintendimenti», Il caso di Stefano Cucchi: Ecco le foto mostrate dalla famiglia, Cucchi, due testimoni: lo hanno menato, si vedeva che stava veramente male, Cucchi, indagati medici e agenti il pm: calci e pugni in tribunale, Caso Cucchi: la ricostruzione di tutta la storia, biografia, processo, Processo Cucchi, condannati i 6 medici. Si è svolta una staffetta in tutte le vie di Roma, a cui hanno partecipato varie associazioni. Successivamente, pentito per queste false dichiarazioni, si è scusato con i familiari[18][19]. Ora devo testimoniare ma ho paura" - Il Fatto Quotidiano, Cucchi, svolta nell'inchiesta «Omicidio preterintenzionale»: sotto accusa tre carabinieri, Stefano Cucchi, "Lo pestarono: omicidio preterintenzionale per tre carabinieri" Procura di Roma chiude inchiesta bis, Stefano Cucchi, "sospesi dal servizio i tre carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale", Caso Cucchi, rinvio a giudizio per cinque carabinieri, Svolta nel caso Cucchi, uno dei carabinieri confessa e accusa 2 colleghi del pestaggio, Caso Cucchi, fu omicidio preterintenzionale: condannati a 12 anni due carabinieri. La testata giornalistica che ha fatto scoppiare il “caso Cucchi” è stata CNRmedia, allora diretta da William Beccaro, che ha deciso[61] la pubblicazione[62] delle foto dell'autopsia di Stefano Cucchi sul proprio sito web. “Fu la svolta, se William Beccaro non avesse preso la decisione di pubblicare le foto di mio fratello, molto probabilmente non sarebbe mai esistito alcun caso Cucchi” ha svelato Ilaria Cucchi[7]. I fatti: così è morto Stefano Cucchi Il giorno dopo il fermo di Stefano Cucchi, viene convalidato l’arresto e il 31enne viene processato per direttissima. Un gesto commemorativo sostenuto dal Comitato Promotore Memorial Stefano Cucchi e dall’Associazione Stefano Cucchi Onlus.